giovedì 24 marzo 2005

Superata quota 100.

I blog che hanno comunicato la loro adesione preliminare all'aggregazione sono 101. Nelle primarie per il nome ormai è lotta a tre fra TocqueVille, West Side e The Right Italian Nation (con i francesi in testa!). Gli iscritti definitivi sceglieranno a maggioranza (probabilmente). P.S. Grazie Rolli.

5 commenti:

JimMomo ha detto...

Il termine right è esclusivo, west troppo generico rispetto ai principi liberali.

Meglio Tocque Ville, la città dei liberi, la colonia della libertà o dove abita la libertà...

a man ha detto...

Che ne dici di West Point?

Vittorio Macioce ha detto...

Il termine West non è generico. West è Occidente. L'Occidente, in questo momento storico, è il baluardo dei principi liberali. Ma l'Occidente è anche altro. Noi puntiamo sul nocciolo duro dell'Occidente.

Anonimo ha detto...

west view e' gia' la casa editrice che publica libri ultraspessi (cordesman, calabrese, etc).

West Nation?

West Feelings?

mah...idee confuse...dopo 14 ore di library of congress e middle east institute...confuse come il sottoscritto. saluti, aa.

esperimento ha detto...

Io sono pienamente d'accordo con Jim Momo e non solo nel commento a questo post, ma anche quando nel suo articolo dice: "La piattaforma sarà infatti rappresentativa di un ampio spettro di aree politico-culturali (conservatori sociali, teocon, neoconservatori, laici, liberali, liberisti, libertari, radicali, repubblicani, federalisti, socialisti-liberali, riformisti...), un approccio che consentirà di accantonare le abusate, anacronistiche, riduttive quando non fuorvianti divisioni classiche della politica (destra/sinistra, conservatori/progressisti)."
Per questo right and west è meglio evitarli. Altrimenti si rischia di perdere molti tra radicali, repubblicani, riformisti, ecc. ecc.