giovedì 3 marzo 2005

The Right (Italian) Nation. Qualcosa si muove.

Un manifesto dei blogger liberali apre oggi la home-page del blog di Paolo della Sala, Le guerre civili. Mentre la lista dell'arcipelago delle libertà curata dal Sorvegliato Speciale raggiunge quota 300. Qualcosa si muove, nonostante la cronica disattenzione dei partiti politici del centrodestra. E' davvero arrivato il momento di "dare voce all’intelligenza e forma alle idee".

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie, Andrea. Alea iacta est. A tra pochi giorni.

JimMomo ha detto...

Sì, è suonata l'ora
:-))

Cerly81 ha detto...

Bisogna ringraziare in ordine cronologico:
1) IL FOGLIO: il primo giornale a trattare certi temi e per le campagne culturali che ha lanciato e che lancia
2)Camillo: che ci ha fatto conoscere i neocon in tempi ancora non sospetti
3)Ideazione: per aver lanciato il concetto della right (italian) nation
4)Tutti i blogger, e il Sorvegliato Speciale per aver fatto il censimento dei Blogs liberali
5)Guerre Civili per aver concretamente deciso di fare qualcosa sul serio
Ho dimenticato molti e mi scuso!Cerly

Anonimo ha detto...

molto bene,avanti così.Purtroppo il centrodestra ufficiale e partitico è completamente indifferente al dibattito culturale transatlantico..Con poche lodevoli eccezioni.

by regimechange

KrilliX ha detto...

e dibattiamo noi, intanto ;)

I FEDERALISTI (Marco S. e Filippo C.) ha detto...

La strada è quella giusta...io ci credo.
I federalisti