martedì 15 febbraio 2005

Da Beirut ad Ascoli Piceno.

Due segnalazioni. La prima è per lo splendido post (ma sarebbe meglio definirlo articolo) di Federico Punzi su JimMomo che analizza le conseguenze dell'attentato in cui ha perso la vita l'ex primo ministro libanese Rafiq Hariri (ripreso anche da Ideazione.com). La seconda, invece, riguarda un gruppo di "ascolani assaliti dalla realtà" che hanno dato vita, sotto la guida di Fabrizio Zigurrat, ai Neoconservatori ascolani. Non sappiamo se Fabrizio abbia ricevuto qualche decina di milioni di dollari dai finanziatori occulti dall'American Enterprise Institute (se è così, anche The Right Nation pretende la sua parte del bottino), ma una cosa è certa: il logo dei neocon ascolani, con quell'elefantino sghignazzante su sfondo blu e arancio, è semplicemente fantastico.

2 commenti:

KrilliX ha detto...

ahaha
bellissimo davvero!

Anonimo ha detto...

Purtroppo il malloppo non c'è (ancora). Comunque ho messo anche una intervista a me stesso su Neoconservatori Ascolani. Ciao Zigurrat