venerdì 4 giugno 2010

Comunicato Tea Party Roma

Come organizzatori del Tea Party di Roma del prossimo 26 Giugno non possiamo che guardare con simpatia ad un'eventuale adesione alla nostra manifestazione da parte del Presidente della Camera, Gianfranco Fini. Come Fini certamente può immaginare, non esistono adesioni più importanti di altre e la sua ci fa piacere al pari di tutte quelle che arriveranno: il nostro vuole essere un movimento aperto, spontaneo, trasversale. Che parla di Politica ma lontano dalle logiche che animano la politica dei giorni nostri.

Tutti i contributi arricchiscono il nostro evento e sono accolti con favore.  Nel caso del Presidente Fini, poi, ci farebbe doppiamente piacere poter notare che una sua adesione rappresenterebbe anche un  cambio di strategia non secondario. Da fiero oppositore dei tagli fiscali proposti dal Governo Berlusconi tra il 2001 e il 2006 e da coriaceo sostenitore degli aumenti salariali ai dipendenti pubblici ad aderente alla prima manifestazione nazionale anti-tasse: speriamo che in tanti, come lui, possano cambiare idea. Anche grazie ai Tea Party.

Tocqueville.it

7 commenti:

gio88 ha detto...

Gianfrego adesso fa l'anti-tasse e l'anti-statalista? Ma mi faccia il piacere!

Anonimo ha detto...

viva i dipendenti pubblici, viva lo stato, viva le tasse.

And-L ha detto...

andrea l'hai scritto te questo comunicato? ultramitico :)

Anonimo ha detto...

in ogni caso di fronte a fenomeni individualisti spinti, dal berlusconismo ai alla "tea party", posso solo dire che si tratta dell'ultimo vagito di un mondo che va incontro a una crisi irreversibile.....

l'individualismo può reggere solo se ci sono sempre a disposizione risorse da sfruttare e crescita da aumentare.......... insomma un mondo che va a morire. speriamo non facciano troppi danni, come tutte le ideologie quando crollano.

se la torta non si potrà più espandere si deve necessariamente imparare a gestire le risorse in modo che a ognuno (con un pò di meritocrazia) si becchi la sua fetta e si rispetti anche un pò questo pianeta martoriato. In alternativa, in ossequio alla ideologia liberista possiamo sempre optare per il cannibalismo........

Pirata Romano ha detto...

.. adesso ve la prendete con Fini, invece che con un governo con il record della pressione fiscale che ha reintrodotto le misure di Visco ...

La frutta .. grazie!!

John Christian Falkenberg ha detto...

MAnca solo l'endorsement di Tremonti, visto che sostiene di essere tornato all'ovile. Ovviamente, in puro stile ex-socialista, lui è sempre stato libberale e noi l'abbiamo frainteso :)

Calamity Jane ha detto...

Anonimo: crisi irreversibile? come quella del capitalismo che doveva lasciare il posto al comunismo internazionale? allora stiamo tranquilli.
CJ