venerdì 12 novembre 2010

Notapolitica.it

8 commenti:

riccardopd ha detto...

Credo che questa crisi dimostri che le donne tutto sommato comandano il mondo. :)

Da una parte, i problemi di Berlusconi sono iniziati quando Veronica se ne è andata via e si è iniziato a parlare delle ragazze che frequenta.

Dall'altra, abbiamo il presidente della camera che da quando sta con la Tulliani ha cambiato idea praticamente su TUTTO: immigrazione, gay (Fini era quello che nel 1998 definiva la condizione di essere gay "non normale"), legge elettorale, posizione sulla chiesa e sulla famiglia. Per non parlare di come si è sistemata la famiglia della Tulliani, e lo scandaloso comportamento da presidente della camera (chi si ricorda questo articolo http://www.repubblica.it/2007/10/sezioni/politica/tensioni-unione-1/scalfari-bertinotti/scalfari-bertinotti.html?ref=search di scalfari su bertinotti 3 anni fa? sembra una copia della situazione attuale, ma adesso nessuno a sinistra si scandalizza ovviamente).

Ci fosse in italia una sinistra non dico blairiana (illusione) ma anche solo decente, meriterebbe di spazzare via entrambi. Quello che si sta vedendo ormai da mesi, da entrambe le parti (Bocchino sembra una persona diversa, ma del resto lui ha sempre avuto poche idee, le leggeva dai pizzini che gli passavano, avrà cambiato ghost writer), è penoso.

-jm- ha detto...

Guarda questo ... http://www.youtube.com/watch?v=y1De2M3JTHE

riccardopd ha detto...

Visto (e sentito...) giovedì purtroppo, senza parole. E la cosa peggiore è Santoro che in tutto quello ci sguazza e ci gode. Basta vedere gli ospiti che aveva in puntata: Casini, Bocchino, Renzi. Di fatto 3 dell'opposizione, e 0 del governo. Come al solito è molto imparziale.

E' tutto veramente tristissimo.

Anonimo ha detto...

Quel che è davvero triste è che siamo nelle mani di un gangster e di suoi affiliati che da quasi vent'anni portano avanti un progetto mafioso ed eversivo di mutamento antropologico degli italiani. Ci sono riusciti in buona parte e hanno svilito e imbarbarito il paese (con la p minuscola) oltre ad averlo esposto al ludibrio della comunità internazionale. A questo proposito, voi cari e puri ammiratori ciechi e accecati da un piazzista-macchietta rincorso dalla giustizia, sapete cosa vuol dire da qualche tempo a questa parte avere relazioni di lavoro all'estero? Significa, nonostante il tanto lavoro e l'impegno, avere gravi problemi di credibilità a causa di un vecchietto dalla mente turbata che non perde occasione di farci fare figure merdose pur di avere i riflettori puntati sulla sua faccia di plastica per sviare l'attenzione dai problemi reali. Per colpa di questo essere che fugge da una vita dai suoi guai giudiziari, siamo lo zimbello del mondo intero e siamo percorsi da problemi per i quali non basterà una generazione per venirne fuori. Sia perdonato chi finora lo ha sostenuto con entususiasmo e buona fede (ci credo fino a un certo punto) ma sia stramaledetto chi, dopo anni di fallimenti e porcherie, continuerà a sostenerlo. A quel punto non sarà più buona fede ma solo idiozia e corresponsabilità nel lasciare il paese nella melma. Non ho nessuna intenzione di dare seguito a questo intervento. Le vostre argomentazioni stantie, idiote e infondate non mi interessano. Se volete perdere tempo, accomodatevi pure e fottetevi tra voi dopo avere fottuto un intero paese (rigorosamente con la p minuscola) per un ventennio.

riccardopd ha detto...

«Ci sono due cose da dire su Berlusconi», ha affermato l'ex premier britannico. «La prima è che quando ero primo ministro e lui presidente del Consiglio italiano è stato un buon amico del mio Paese, e quando ha detto che avrebbe fatto qualcosa per noi la sua parola l'ha mantenuta. Quando si è in politica a livello internazionale, ci si preoccupa meno se il politico è di destra o di sinistra, ci si preoccupa se quel politico può cooperare con te come tu vorresti. La seconda cosa che non dovrei dire come uomo politico è che la politica può essere molto noiosa; le riunioni, i discorsi, a volte i politici possono essere noiosi. Silvio non è stato mai noioso. Diciamo che ha divertito le nostre riunioni. In politica va sempre bene avere un po' di senso dell'umorismo».

Hai ragione anonimo, in effetti all'estero ci vedono malissimo, le parole di Blair sono chiare no?

Instant Karma! ha detto...

Se fossimo negli USA,o in qualunque altro paese dove non vige il divieto di spot elettorali,si potrebbe pensare di fare una serie di video di tutte le dichiarazioni di Fini a cui sono seguiti comportamenti diametralmente opposti.
Tanto per passare il tempo eccone qualcuna a tema con la situazione di questi giorni.

Gennaio 2008: Prodi è appena caduto,i soliti noti propongono un governo tecnico per fare la legge elettorale.
Cosa ne pensa Fini?
Dal Corriere online del 27/01/2008:
"Non si fa un governo per fare una legge elettorale, ma per affrontare le questioni vere. Può sembrare una banalitá ma non lo è. Se deve nascere un governo tecnico-istituzionale, deve essere appoggiato sia da noi che da loro. E se il centrodestra ha valori di riferimento diversi dal centrosinistra,come è possibile trovare miracolosi punti di convergenza?Perchè questa fermezza? Non per egoismo di parte né perché sentiamo profumo di vittoria ma perchè gli italiani devono pronunciarsi perché riteniamo inutile una discussione sulla legge elettorale»."

Interessante no?
Ma c'è dell'altro:il Fini che oggi teorizza che più o meno ogni maggioranza trovata in parlamento è accettabile o,per usare un'espressione molto presente nei suoi discorsi degli ultimi 12 mesi,"non sarebbe uno scandalo" fino a non molto tempo fa si esprimeva in modo un po' diverso.

Ottobre 2009
«L’unica maggioranza è quella uscita dalle urne»

E ancora....(qui ce lo spiega megilio....)
"In Italia abbiamo in qualche modo l'elezione diretta del capo del governo attraverso la legge elettorale e il sistema bipolare che si è creato. Oggi nessuno dice che la maggioranza nasce nelle aule del Parlamento,oggi le maggioranze escono dalle urne.Non a caso gli elettori che hanno votato nelle ultime politiche hanno trovato sulla scheda il nome del candidato premier"

Eh si….
Saltando tutte le varie dichiarazioni di fedeltà al voto degli elettori,alla maggioranza e al governo si arriva a oggi con Fini che prepara una mozione di sfiducia insieme a Casini e Rutelli.
Rutelli? quello che 2 anni e mezzo fa era in corsa per il posto di sindaco di Roma? quello contro cui Fini ne disse di tutti i colori mentre faceva campagna per Gianni Alemanno?
Rutelli? quello che nel 1993 soffiò la poltrona di sindaco di Roma proprio a Fini?
Insomma quel Rutelli della famosa domanda a Berlusconi "Ma lei, se fosse romano, chi voterebbe Fini o Rutelli?".Berlusconi rispose, senza esitazione,"Fini". E così sdoganò Gianfry e da lì a poco gli dette anche un futuro politico.Sabato Fini e Rutelli erano insieme a scambiarsi sorrisi,strette di mano e a fare le prove tecniche di terzo polo.

Il Terzo Polo? Ma no….ci deve essere un errore, perché i finiani ci hanno spiegato in tutti i modi che il terzo polo a loro non interessa,anzi,praticamente non esiste…
ADNKronos del 3/08/2010
“In un sistema bipolare il terzo polo non esiste, e' come giocare a tennis stando sulla rete". Lo dice Italo Bocchino. Quanto alla lealta' di Futuro e liberta' al governo, "lealta' al mandato ricevuto dagli elettori"

Insomma...Fini e i finiani...quelli che di idee ne hanno cambiate un bel po'...quelli che...
"Se cade Silvio Berlusconi l'unica strada sono le urne. Fini è il co-fondatore del Pdl, chi pensa che abbia strane idee in testa prende un grande abbaglio".

Firmato: Andrea Ronchi, che lunedi ha dato le dimissioni dal governo, tra qualche settimana voterà la sfiducia insieme a Bersani,Veltroni,D'Alema,Franceschini e Di Pietro....e se ci saranno i numeri proverà anche a farci un governo insieme.

Comprereste un'auto usata da gente così? Io proprio no.Il giorno dopo avergli dato l'acconto non ci sarebbe da stupirsi trovandoli con la barba posticcia che fingono di gestire una lavanderia "acconto? quale acconto? qui di auto non ne abbiamo mai avute"....

Quelli che forse...più che aver cambiato spesso idea...sempliceente non hanno mai detto la verità.

gucci bags ha detto...

gucci bags gifts are not restricted to just your lover, you could also pick perfect for almost everyone, including your family and friends. What is so extraordinary and unusual when it comes to gucci uk is that you have an option to pick and select your own to be attached onto the of your preference. Just in the range of gucci handbags, it provides options of a standard or you could opt for the obsidian. Once you select the bracelet, then you select the charms to be supplemented onto the bracelet. You will have so many options to choose from the gucci bags uk that it may just get very difficult for you to make a choice. Well the gucci handbags on sale are not limited to the use of bracelets; they can be used on as well. They can be easily hooked on to the gucci bags sale. So you have accessory which is versatile. One of things appreciated by it's fans is the versatility of cheap gucci bags.

gucci bags ha detto...

Same is the case with trendy looking gucci bags uk. When these are gucci handbags on sale, the excitement just gets doubled.