mercoledì 20 ottobre 2010

The New Republican Right

Dick Morris, su RealClearPolitics. Lettura obbligatoria (soprattutto in Italia).

5 commenti:

Andrea D'Alessandro ha detto...

Proviamo a fare un esercizio dopo averlo tradotto: sostituiamo "PdL" a "Republican Party" e "FLI" a "Tea Party".

riccardopd ha detto...

E' un esercizio improponibile.

Almeno finchè FLI avrà come leader Fini che vede nella Pelosi un esempio da seguire, e FareFuturo che vede in Obama il leader del cambiamento.

FLI non ha niente a che spartire, nè con il Tea Party, nè con il Partito Repubblicano.

Sono una destra che di destra ha ben poco.

Namath ha detto...

Il Partito Repubblicano sta tornando ad avere un atteggiamento reaganiano. Malgrado fosse "pro-life", The Gipper non si avventurò nello spinoso terreno dei temi etici, lasciandoli in gran parte al Congresso, mentre lui si dedicò alle riforme economiche, vera spina dorsale del suo mandato.

a man ha detto...

Sono (purtroppo) d'accordo con Riccardo. Oggi il Secolo d'Italia, in prima pagina, propone il seguente titolo: "Fini-Cameron, per una destra verde, solidale, libertaria". Ma di cosa stiamo parlando? :(

p.s. Sul GOP ha ragione Namath

riccardopd ha detto...

Il Secolo d'Italia ormai è indecifrabile. A leggerlo sembra un giornale di sinistra moderata, più che di un partito che fa parte del Governo.

Speriamo che nel 2012 vinca un repubblicano, così almeno il PDL guarderà meno alla Russia e più agli Stati Uniti.

Per ora, accontentiamoci di vedere che si inventeranno gli amici di FareFuturo e del Secolo quando tra 2 settimane dovranno giustificare la perdita di speaker della Camera della Pelosi, da parte della destra (quella vera) Americana. Ci sarà da divertirsi.